Tanta passione nel bagno della scuola

Rievocazione di sesso nei bagni della scuola

Sono Lorenzo, un ragazzo da poco 18enne che fisicamente parlando può considerarsi ben messo e che anche intellettualmente se la cava piuttosto bene. Frequento l’ultimo anno del Liceo Classico, quindi potete immaginare come tutti i giorni io abbia a che fare per lo più con ragazze anziché con persone di sesso maschile, e se proprio devo dirvela tutta, nella mia scuola ci sono anche delle gran belle gnocche!

In particolare, da un po’ di settimane mi intriga Claudia, una mia compagna di classe con cui tento sempre di approcciarmi in maniera simpatica, disinibita e anche sensuale quando posso. Ebbene, un bel giorno di scuola abbiamo avuto assemblea di classe e quindi ognuno di noi aveva modo di alzarsi e sedersi, chiacchierare, giocherellare o altro in maniera del tutto libera: potete solo immaginare come io ne abbia approfittato per avvicinarmi con disinvoltura a Claudia invitandola a chiacchierare del più e del meno.

Durante la nostra conversazione, però, Claudia mi rivelò un particolare che mi lasciò di stucco: aveva sempre avuto un debole per me, e che se non aveva mai osato avvicinarsi era solo per via della fedeltà che provava nei confronti del suo attuale fidanzato. Tuttavia, sarà stato il giorno, io stesso, o non so cosa, ma resta il fatto che quella mattinata mi invitò ad andare in bagno con lei. Ci intrufolammo nel wc per gli uomini, e tentando di non farsi scoprire iniziò a slacciarmi i pantaloni, a toccare il mio pene con una eccitazione sempre più evidente e a infilarselo in bocca.

Sentivo la sua saliva bagnarmi, le sue labbra scorrere e i suoi mugolii non facevano che accrescere quel senso di arrapamento che mi stava letteralmente sconvolgendo. Dopo qualche minuto non ce la feci più e venni a terra per evitare di lasciar tracce su di lei. “Adesso si che ho capito la tua natura… non pensavo fossi così porca!”,  le rivelai senza tanti ripensamenti. “Sei tu che con i tuoi continui sguardi mi hai indotto a tirar fuori questo mio lato. Sì, quando qualche figo mi provoca io non ci vedo più, ma non mi sembra sia un problema, no?”

Da quel momento in poi facemmo un patto: avremmo scopato ancora, ancora e tante altre volte ancora di nascosto dal suo ragazzo. Già, perchè a quel punto mi resi conto che per Claudia provavo attrazione fisica e non avevo alcun interesse ad instaurarci una relazione vera e propria.

Leave a Comment